Sezione: Recensioni di Aldo Viganò

Pagina 1 di 2312345...1020...Ultima »

“Tre manifesti a Ebbing, Missouri” di Martin McDonagh

di Aldo Viganò.

Grande protagonista del teatro inglese contemporaneo, definito da alcuni il Quentin Tarantino del palcoscenico per la sorprendente originalità dei suoi personaggi e per la sintetica forza dei dialoghi affidati alla recitazione degli attori, il londinese di origine irlandese Martin McDonagh

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Lascia un commento

“Corpo e anima” di Ildikó Enyedi

di Aldo Viganò.

Ci sono film messi in scena con l’intento di ottenere l’attenzione delle giurie e degli spettatori dei festival internazionali. E non è un caso che regolarmente vengano da questi premiati ed esaltati quali capolavori. Come è accaduto appunto a “Corpo e anima”

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Lascia un commento

“La ruota delle meraviglie” di Woody Allen

di Aldo Viganò.

Luna Park di Coney Island, nei primi anni Cinquanta. La quarantenne Ginny (Kate Winslet), abbandonato ormai il sogno di fare l’attrice e tormentata dal senso di colpa di aver tradito il primo marito, vive facendo la cameriera in un fast-food.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “La ruota delle meraviglie” di Woody Allen

“Suburbicon” di George Clooney

di Aldo Viganò.

George Clooney è un regista per bene, ma dallo stile molto convenzionale. Un “metteur en scène” che s’innamora dei soggetti più che delle immagini atte a farli vivere sullo schermo. Un cineasta, cioè, molto più simile a Stanley Kramer o a Sidney Lumet che un autore della stoffa di Billy Wilder o dei fratelli Coen

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Suburbicon” di George Clooney

“Happy End” di Michael Haneke

di Aldo Viganò.

Gruppo di famiglia borghese in un interno. A Calais, in una città invasa da migranti che sperano di essere lì solo in transito, l’austriaco Haneke racconta la tragicommedia della ricca progenie dei Laurent, che vivono chiusi in una bella villa.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Happy End” di Michael Haneke

“Detroit” di Kathryn Bigelow

di Aldo Viganò.

Raccontare con chiarezza e con forza espositiva una storia: sia questa frutto della fantasia (come “Il buio si avvicina” o “Strange days”) o ispirata a fatti realmente accaduti (come “Zero Dark Thirty” o questo “Detroit”). Confidare senza remore intellettualistiche o divagazioni ideologiche nell’autonomia espressiva del linguaggio cinematografico. Puntare con decisione su quelle che dai tempi di Griffith sono le caratteristiche essenziali della Settima Arte

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Detroit” di Kathryn Bigelow

“The Big Sick” di Michael Showalter

di Aldo Viganò.

Scritto da Emily Gordon insieme con il marito Kumail Nanjini che del film è anche il protagonista, “The Big Sick” è una commedia che mescola le vissute esperienze autobiografiche di una coppia mista con i modelli narrativi cari al produttore Judd Apatow

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “The Big Sick” di Michael Showalter

“The Place” di Paolo Genovese

di Aldo Viganò.

Reduce dai premi e dal successo nazionale ottenuti con “Perfetti sconosciuti”, il cinquantenne regista Paolo Genovese ha deciso di proseguire sulla stessa strada di un cinema claustrofobico, raccolto intorno a un tavolo, fatto in prevalenza di primi piani e molto scritto, oltre che ovviamente molto parlato.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “The Place” di Paolo Genovese


Pagina 1 di 2312345...1020...Ultima »