Sezione: Recensioni di Aldo Viganò

Pagina 4 di 28« Prima...23456...1020...Ultima »

“I fantasmi di Ismael” di Arnaud Desplechin

di Aldo Viganò.

Nostalgia della Nouvelle Vague. Cioè, di quell’episodio della storia del cinema francese (ma non solo) sulla cresta dei cui anni migliori nacque a Roubaix (conosciuta come “la Manchester del nord delle Fiandre”, ma trasformata dalla crisi nella “città più povera della Francia”) il regista Arnaud Desplechin, cresciuto in una famiglia di attori e di sceneggiatori.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “I fantasmi di Ismael” di Arnaud Desplechin

“Molly’s Game” di Aaron Sorkin

di Aldo Viganò.

Ebreo di nascita ed ex aspirante attore, commediografo di successo (suo il testo teatrale da cui egli stesso ha tratto la sceneggiatura di «Codice d’onore») e “script doctor” di molti film (si dice che abbia messo le mani anche su «Schindler’s List»), sceneggiatore molto amato dai divi di Hollywood,  il sessantasettenne Aaron Sorkin esordisce dietro la cinepresa con un film tratto dalle memorie di una intraprendente ragazza

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Molly’s Game” di Aaron Sorkin

“La casa sul mare” di Robert Guédiguian

di Aldo Viganò.

Firmando a sessantacinque anni il suo ventesimo lungometraggio (come passa il tempo!), il regista Robert Guédiguian conferma di essere un autore sempre capace di far vivere “alla grande”  le vicende personali di alcuni esseri umani, soprattutto quanto più “piccolo” è il mondo narrativo e drammaturgico nel quale i suoi personaggi agiscono e si pensano.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “La casa sul mare” di Robert Guédiguian

“I segreti di Wind River” di Taylor Sheridan

di Aldo Viganò.

Ambientato tra le nevi del Wyoming il secondo film da regista di Taylor Sharidan (il primo, “Vile”, non è mai arrivato sugli schermi italiani anche se se ne parla molto bene) porta alle estreme conseguenze l’attuale tendenza del nuovo cinema western di privilegiare i toni e le atmosfere luttuose, ma testimonia ancora una volta le qualità classicheggianti dello sceneggiatore di  “Sicario”

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “I segreti di Wind River” di Taylor Sheridan

“Ready Player One” di Steven Spielberg

di Aldo Viganò.

Da una parte, c’è l’universo virtuale di OASIS cui si accede con un visore speciale inventato da James Donovan Halliday (Mark Rylance), il quale prima di morire ha scatenato una gigantesca caccia al tesoro con la promessa che chi avesse individuato le tre chiavi nascoste nel videogioco sarebbe diventato ricco e padrone assoluto

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Ready Player One” di Steven Spielberg

“Hostiles” di Scott Cooper

di Aldo Viganò.

C’era una volta il western. Cioè, un ricco e complesso sistema di codici linguistici, articolato soprattutto in due macro-categorie narrative: quella che raccontava un itinerario spazio-temporale e quella che concentrava la propria “fabula” in un luogo fisico (forte, villaggio, ranch, ecc.) da costruire o da difendere.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Hostiles” di Scott Cooper

“Visages Villages” di Agnès Varda

di Aldo Viganò.

Alla vigilia dei suoi novant’anni, Agnès Varda dirige e interpreta un film delicato e leggero che è insieme un documentario sul lavoro dell’eccentrico “artista di strada” JR (al secolo Jean René), un omaggio al suo primo amore per la fotografia (ma anche per il cinema e l’arte in genere) e un’autobiografia contemporaneamente allegra e dolente.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Visages Villages” di Agnès Varda

“Quello che non so di lei” di Roman Polanski

di Aldo Viganò.

Si potrà anche dire che Polanski fa sempre lo stesso film, ma allora si dovrà aggiungere subito dopo che per fortuna continua a farlo. Perché l’ormai ottancinquenne regista polacco resta uno dei pochi registi odierni a saper raccontare con il cinema: cioè, a costruire delle storie e dei personaggi essenzialmente attraverso la forza visiva delle immagini e dei ritmi di montaggio

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Quello che non so di lei” di Roman Polanski


Pagina 4 di 28« Prima...23456...1020...Ultima »