• Recensioni di Aldo Viganò“Molly’s Game” di Aaron Sorkin - di Aldo Viganò. Ebreo di nascita ed ex aspirante attore, commediografo di successo (suo il testo teatrale da cui egli stesso ha tratto la sceneggiatura di «Codice d’onore») e “script doctor” di molti film (si dice che abbia messo le mani anche su «Schindler’s List»), sceneggiatore molto amato dai divi di Hollywood,  il sessantasettenne Aaron […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“La casa sul mare” di Robert Guédiguian - di Aldo Viganò. Firmando a sessantacinque anni il suo ventesimo lungometraggio (come passa il tempo!), il regista Robert Guédiguian conferma di essere un autore sempre capace di far vivere “alla grande”  le vicende personali di alcuni esseri umani, soprattutto quanto più “piccolo” è il mondo narrativo e drammaturgico nel quale i suoi personaggi agiscono e […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“I segreti di Wind River” di Taylor Sheridan - di Aldo Viganò. Ambientato tra le nevi del Wyoming il secondo film da regista di Taylor Sharidan (il primo, “Vile”, non è mai arrivato sugli schermi italiani anche se se ne parla molto bene) porta alle estreme conseguenze l’attuale tendenza del nuovo cinema western di privilegiare i toni e le atmosfere luttuose, ma testimonia ancora […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Ready Player One” di Steven Spielberg - di Aldo Viganò. Da una parte, c’è l’universo virtuale di OASIS cui si accede con un visore speciale inventato da James Donovan Halliday (Mark Rylance), il quale prima di morire ha scatenato una gigantesca caccia al tesoro con la promessa che chi avesse individuato le tre chiavi nascoste nel videogioco sarebbe diventato ricco e padrone […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Hostiles” di Scott Cooper - di Aldo Viganò. C’era una volta il western. Cioè, un ricco e complesso sistema di codici linguistici, articolato soprattutto in due macro-categorie narrative: quella che raccontava un itinerario spazio-temporale e quella che concentrava la propria “fabula” in un luogo fisico (forte, villaggio, ranch, ecc.) da costruire o da difendere.
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Visages Villages” di Agnès Varda - di Aldo Viganò. Alla vigilia dei suoi novant’anni, Agnès Varda dirige e interpreta un film delicato e leggero che è insieme un documentario sul lavoro dell’eccentrico “artista di strada” JR (al secolo Jean René), un omaggio al suo primo amore per la fotografia (ma anche per il cinema e l’arte in genere) e un’autobiografia contemporaneamente […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Quello che non so di lei” di Roman Polanski - di Aldo Viganò. Si potrà anche dire che Polanski fa sempre lo stesso film, ma allora si dovrà aggiungere subito dopo che per fortuna continua a farlo. Perché l’ormai ottancinquenne regista polacco resta uno dei pochi registi odierni a saper raccontare con il cinema: cioè, a costruire delle storie e dei personaggi essenzialmente attraverso la […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Il filo nascosto” di Paul Thomas Anderson - di Aldo Viganò. Confesso di essermi annoiato per più di due ore. Colpa mia? Forse. Ma in fin dei conti qualcosa di simile mi era già accaduto con “Magnolia” e “Il petroliere” o con gli altri film di Anderson che ho visto (e dimenticato). Perché? Prima di mettere nel “dimenticatoio” anche “Il filo nascosto”, provo […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“La forma dell’acqua” di Guillermo Del Toro - di Aldo Viganò. Al messicano Guillermo De Toro (classe 1964) piacciono le favole. Sopratutto quelle con i mostri. E ama raccontarle in modo realistico, quasi sempre mettendole in rapporto fantasiosamente con la Storia; anche se in “La forma dell’acqua” a far da sfondo alla favola dell’amore tra una donna e una bestia non sono più […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Ore 15,17: attacco al treno” di Clint Eastwood - di Aldo Viganò. L’ultimo film di Clint Eastwood nasce e si costruisce come un’opera sperimentale. Una scommessa. Innanzitutto con se stesso. Un sorprendente atto di gioventù da parte di un ottantottenne. Il risultato di una ricerca squisitamente estetica, prima che ideologica.
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Tre manifesti a Ebbing, Missouri” di Martin McDonagh - di Aldo Viganò. Grande protagonista del teatro inglese contemporaneo, definito da alcuni il Quentin Tarantino del palcoscenico per la sorprendente originalità dei suoi personaggi e per la sintetica forza dei dialoghi affidati alla recitazione degli attori, il londinese di origine irlandese Martin McDonagh
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Detroit” di Kathryn Bigelow - di Aldo Viganò. Raccontare con chiarezza e con forza espositiva una storia: sia questa frutto della fantasia (come “Il buio si avvicina” o “Strange days”) o ispirata a fatti realmente accaduti (come “Zero Dark Thirty” o questo “Detroit”). Confidare senza remore intellettualistiche o divagazioni ideologiche nell’autonomia espressiva del linguaggio cinematografico. Puntare con decisione su quelle […]
    Continua
  • Libri e riviste“La balena di piazza Savoia” di Leopoldo Santovincenzo - “Letteratura come itinerario nel meraviglioso” era il titolo di un libro di Angelo Maria Ripellino, uscito sul finire degli anni ’60 per l’Einaudi verde. L’idea di cinema come itinerario nel meraviglioso sembra sostenere adesso questo volume di Leopoldo Santovincenzo, dal titolo misterioso ed evocativo “La balena di piazza Savoia – L’immaginario che avevamo in dote”
    Continua
  • Recensioni“Le guerre horrende” di Luca Immesi e Giulia Brazzale - di Antonella Pina. L’aggettivo horrendo era in uso nel ‘500. Un elenco delle guerre italiane pubblicato a Venezia nel 1534 aveva come titolo: Guerre horrende de Italia. Tutte le guerre de Italia, comenzando dala venuta di re Carlo del mille quatrocento novantaquatro, fin al giorno presente.
    Continua
  • FestivalThessaloniki Documentary Festival 2018 – Splendori e miserie di Rio de Janeiro: Intervista a Evangelia Kranioti - di Massimo Lechi. Già salutato con favore dalla critica internazionale all’ultima Berlinale, Obscuro Barroco è stato senza dubbio una delle rivelazioni del ventesimo Thessaloniki Documentary Festival. Vera e propria orgia di suoni e visioni, l’opera seconda della talentuosa regista greca Evangelia Kranioti ha bissato i consensi raccolti nel 2015, proprio a Salonicco, da Exotica, Erotica, […]
    Continua
  • FestivalThessaloniki Documentary Festival 2018 – “Una storia di padri e figli”: Intervista a Talal Derki - di Massimo Lechi. Tra i registi che hanno presentato i loro lavori al ventesimo Thessaloniki Documentary Festival, il siriano Talal Derki è forse quello che con più forza è riuscito a scuotere il pubblico. Il suo Of Fathers and Sons, già trionfatore all’ultimo Sundance Film Festival, inserito dai selezionatori greci nell’ampia sezione Kaleidoscope
    Continua
  • FestivalFestival Internacional de Cine Guadalajara 2018 – Intervista a Guillermo Del Toro - di Furio Fossati. Se non provi paura, non hai timore mentre stai realizzando un film, probabilmente non riuscirai a donare emozioni nemmeno agli spettatori. Questo è il primo segreto, secondo Guillermo Del Toro, per creare qualcosa che possa interessare e rimanere nella mente dello spettatore.
    Continua
  • FestivalFestival du court métrage de Clermont-Ferrand 2018: 4 Rivelazioni alla Mecca del Corto - di Massimo Lechi. Mercato, luogo d’incontro e di scambio, roccaforte cinefila, il Festival di Clermont-Ferrand  è la più importante manifestazione dedicata al cortometraggio in Europa. Qui, ogni anno, si ritrova un’intera comunità:  registi, produttori e selezionatori in cerca di contatti e, soprattutto, di film da visionare, promuovere e discutere.
    Continua
  • EventiI corti della FICE 2018 – Cortometraggi che passione - Arrivano anche quest’anno i “Corti della Fice”, giunti alla 19° edizione: otto cortometraggi scelti tra i migliori all’interno della produzione italiana dell’anno, e proposti nelle sale in serate-evento o abbinati a film di normale programmazione.
    Continua
  • Autori NoirJames Lee Burke - di Pasquale Pede. Resta inspiegabile che il cinema abbia prestato così scarsa attenzione a uno dei più significativi autori di crime degli ultimi decenni, James Lee Burke. Se si eccettua il trascurabile Omicidio a New Orleans (1996, P. Joanou) interpretato dal bolso Alec Baldwin, l’unico film degno di interesse tratto da un suo romanzo  resta L’occhio […]
    Continua
  • Interviste DocLuigi Perelli: Io, “La Piovra” e il cinema americano -   di Renato Venturelli. E’ conosciuto in tutto il mondo per la “Piovra” televisiva, il regista dei 17 milioni di spettatori per la morte del commissario Cattani, uno dei primi in Italia a cercare di fare tv coi modi del cinema spettacolare. Lo spezzino Luigi Perelli ha appena compiuto ottant’anni
    Continua
  • Autori NoirRoss MacDonald: il terzo privato gentiluomo -   di Giulio D’Amicone. Quando scomparve nel 1983, Ross Macdonald stava lavorando ad una sceneggiatura tratta dal suo romanzo Paura di vivere (The instant enemy, cioè “Il nemico immediato” o meglio “imminente”). Essendo appassionato di libri gialli fin dall’adolescenza, mi capitò tra le mani proprio questo romanzo quando avevo diciotto anni. La trama era intricatissima
    Continua
  • LUTTIAddio a Sandro Ambrogio, l’ultimo cinefilo puro - di Aldo Viganò. Se ne è andato l’8 settembre. In silenzio, dopo una lunga e dolorosa malattia di cui pochi erano a conoscenza. Aveva 75 anni e il suo rapporto con la propria morte è stato sino all’ultimo simile a quello di Thomas Mitchell nel finale di “Only Angels Have Wings”, quando con il collo […]
    Continua
  • Autori NoirThe Night Of: Richard Price - di Pasquale Pede. Gli appassionati di crime fiction avranno certamente gustato nella passata stagione The NightOf-Cosa accadde nella notte, serie HBO diretta da Steven Zaillian, a sua volta basata su una serie inglese. La storia è imperniata su un giovane pachistano che un mattino, dopo una notte brava a base di sesso e alcol con una […]
    Continua

I commenti sono chiusi.

RECENSIONI DOC

di Aldo Viganò

 
Birdman
"Birdman"
Alejandro G. Iñárritu
Maps of the stars
Maps of the stars
David Cronenberg
American Sniper di Clint Eastwood
American Sniper
Clint Eastwood

 
Leggi tutte le recensioni di Aldo Viganò