• Recensioni di Aldo Viganò“Loro” 1 e 2 – di Paolo Sorrentino - di Aldo Viganò. Dopo averne visto (con non poca fatica) anche la seconda parte, che cosa si può scrivere ancora del dittico Loro? Probabilmente vale solo constatare che è un film fondamentalmente irrisolto almeno in proporzione alle sue non celate ambizioni.
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“I fantasmi di Ismael” di Arnaud Desplechin - di Aldo Viganò. Nostalgia della Nouvelle Vague. Cioè, di quell’episodio della storia del cinema francese (ma non solo) sulla cresta dei cui anni migliori nacque a Roubaix (conosciuta come “la Manchester del nord delle Fiandre”, ma trasformata dalla crisi nella “città più povera della Francia”) il regista Arnaud Desplechin, cresciuto in una famiglia di attori […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“La casa sul mare” di Robert Guédiguian - di Aldo Viganò. Firmando a sessantacinque anni il suo ventesimo lungometraggio (come passa il tempo!), il regista Robert Guédiguian conferma di essere un autore sempre capace di far vivere “alla grande”  le vicende personali di alcuni esseri umani, soprattutto quanto più “piccolo” è il mondo narrativo e drammaturgico nel quale i suoi personaggi agiscono e […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“I segreti di Wind River” di Taylor Sheridan - di Aldo Viganò. Ambientato tra le nevi del Wyoming il secondo film da regista di Taylor Sharidan (il primo, “Vile”, non è mai arrivato sugli schermi italiani anche se se ne parla molto bene) porta alle estreme conseguenze l’attuale tendenza del nuovo cinema western di privilegiare i toni e le atmosfere luttuose, ma testimonia ancora […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Ready Player One” di Steven Spielberg - di Aldo Viganò. Da una parte, c’è l’universo virtuale di OASIS cui si accede con un visore speciale inventato da James Donovan Halliday (Mark Rylance), il quale prima di morire ha scatenato una gigantesca caccia al tesoro con la promessa che chi avesse individuato le tre chiavi nascoste nel videogioco sarebbe diventato ricco e padrone […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Visages Villages” di Agnès Varda - di Aldo Viganò. Alla vigilia dei suoi novant’anni, Agnès Varda dirige e interpreta un film delicato e leggero che è insieme un documentario sul lavoro dell’eccentrico “artista di strada” JR (al secolo Jean René), un omaggio al suo primo amore per la fotografia (ma anche per il cinema e l’arte in genere) e un’autobiografia contemporaneamente […]
    Continua
  • FestivalFestival du court métrage de Clermont-Ferrand 2018: 4 Rivelazioni alla Mecca del Corto - di Massimo Lechi. Mercato, luogo d’incontro e di scambio, roccaforte cinefila, il Festival di Clermont-Ferrand  è la più importante manifestazione dedicata al cortometraggio in Europa. Qui, ogni anno, si ritrova un’intera comunità:  registi, produttori e selezionatori in cerca di contatti e, soprattutto, di film da visionare, promuovere e discutere.
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Quello che non so di lei” di Roman Polanski - di Aldo Viganò. Si potrà anche dire che Polanski fa sempre lo stesso film, ma allora si dovrà aggiungere subito dopo che per fortuna continua a farlo. Perché l’ormai ottancinquenne regista polacco resta uno dei pochi registi odierni a saper raccontare con il cinema: cioè, a costruire delle storie e dei personaggi essenzialmente attraverso la […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“La forma dell’acqua” di Guillermo Del Toro - di Aldo Viganò. Al messicano Guillermo De Toro (classe 1964) piacciono le favole. Sopratutto quelle con i mostri. E ama raccontarle in modo realistico, quasi sempre mettendole in rapporto fantasiosamente con la Storia; anche se in “La forma dell’acqua” a far da sfondo alla favola dell’amore tra una donna e una bestia non sono più […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Tre manifesti a Ebbing, Missouri” di Martin McDonagh - di Aldo Viganò. Grande protagonista del teatro inglese contemporaneo, definito da alcuni il Quentin Tarantino del palcoscenico per la sorprendente originalità dei suoi personaggi e per la sintetica forza dei dialoghi affidati alla recitazione degli attori, il londinese di origine irlandese Martin McDonagh
    Continua
  • Autori NoirRoss MacDonald: il terzo privato gentiluomo -   di Giulio D’Amicone. Quando scomparve nel 1983, Ross Macdonald stava lavorando ad una sceneggiatura tratta dal suo romanzo Paura di vivere (The instant enemy, cioè “Il nemico immediato” o meglio “imminente”). Essendo appassionato di libri gialli fin dall’adolescenza, mi capitò tra le mani proprio questo romanzo quando avevo diciotto anni. La trama era intricatissima
    Continua
  • Libri e rivisteLIBRI – Tutti i cinema della Liguria in un libro, dal 1945 al 2015 - Un libro per raccontare tutti i cinema della Liguria, dal 1945 a oggi: da Ventimiglia a Sarzana, dalle sale storiche dei capoluoghi alle piccole sale inerpicate nei paesini dell’entroterra, ai cinema per i turisti delle Riviere…
    Continua

I commenti sono chiusi.

RECENSIONI DOC

di Aldo Viganò

 
Birdman
"Birdman"
Alejandro G. Iñárritu
Maps of the stars
Maps of the stars
David Cronenberg
American Sniper di Clint Eastwood
American Sniper
Clint Eastwood

 
Leggi tutte le recensioni di Aldo Viganò