• Recensioni di Aldo Viganò“Ore 15,17: attacco al treno” di Clint Eastwood - di Aldo Viganò. L’ultimo film di Clint Eastwood nasce e si costruisce come un’opera sperimentale. Una scommessa. Innanzitutto con se stesso. Un sorprendente atto di gioventù da parte di un ottantottenne. Il risultato di una ricerca squisitamente estetica, prima che ideologica.
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“The Post” di Steven Spielberg - di Aldo Viganò. “The Post” s’inserisce con orgoglio nella tradizione civile del cinema hollywoodiano in gloria del giornalismo (da “L’ultima minaccia” di Richard Brooks a “Tutti gli uomini del presidente” di Alan Pakula), ma appartiene di diritto anche a quel filone della filmografia di Steven Spielberg che indaga sui passaggi fondamentali della Storia
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Chiamami con il tuo nome” di Luca Guadagnino - di Aldo Viganò. Non esageriamo con gli elogi. Nemmeno con l’orgoglio nazionale per aver ottenuto quattro nominations agli Oscar con un film interpretato da attori stranieri e parlato in inglese. E neanche con le citazioni culturali. Perché Bernardo Bertolucci non c’entra proprio con il tono di questo racconto
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Ella & John” di Paolo Virzì - di Aldo Viganò. Culturalmente autoctono e con vocazione in prevalenza realistica, il cinema italiano (e in particolare quello “in commedia”) ha avuto sempre grandi difficoltà a internazionalizzarsi. Così è accaduto ai grandi registi e attori della commedia all’italiana (da Dino Risi ad Alberto Sordi, che pur ne soffrì molto) e così avviene ancora oggi a […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Tre manifesti a Ebbing, Missouri” di Martin McDonagh - di Aldo Viganò. Grande protagonista del teatro inglese contemporaneo, definito da alcuni il Quentin Tarantino del palcoscenico per la sorprendente originalità dei suoi personaggi e per la sintetica forza dei dialoghi affidati alla recitazione degli attori, il londinese di origine irlandese Martin McDonagh
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Corpo e anima” di Ildikó Enyedi - di Aldo Viganò. Ci sono film messi in scena con l’intento di ottenere l’attenzione delle giurie e degli spettatori dei festival internazionali. E non è un caso che regolarmente vengano da questi premiati ed esaltati quali capolavori. Come è accaduto appunto a “Corpo e anima”
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“La ruota delle meraviglie” di Woody Allen - di Aldo Viganò. Luna Park di Coney Island, nei primi anni Cinquanta. La quarantenne Ginny (Kate Winslet), abbandonato ormai il sogno di fare l’attrice e tormentata dal senso di colpa di aver tradito il primo marito, vive facendo la cameriera in un fast-food.
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Suburbicon” di George Clooney - di Aldo Viganò. George Clooney è un regista per bene, ma dallo stile molto convenzionale. Un “metteur en scène” che s’innamora dei soggetti più che delle immagini atte a farli vivere sullo schermo. Un cineasta, cioè, molto più simile a Stanley Kramer o a Sidney Lumet che un autore della stoffa di Billy Wilder o […]
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“Detroit” di Kathryn Bigelow - di Aldo Viganò. Raccontare con chiarezza e con forza espositiva una storia: sia questa frutto della fantasia (come “Il buio si avvicina” o “Strange days”) o ispirata a fatti realmente accaduti (come “Zero Dark Thirty” o questo “Detroit”). Confidare senza remore intellettualistiche o divagazioni ideologiche nell’autonomia espressiva del linguaggio cinematografico. Puntare con decisione su quelle […]
    Continua
  • Recensioni“Il Vangelo secondo Mattei” di Antonio Andrisani e Pascal Zullino - di Antonella Pina. Esce nelle sale “Il Vangelo secondo Mattei” di Antonio Andrisani e Pascal Zullino. La prima proiezione per la Liguria è prevista a Chiavari, al cinema Mignon, dove saranno presenti i registi e il critico cinematografico Tatti Sanguineti. Si tratta di una divertente commedia ecologista girata a Matera per far rivivere il Cristo […]
    Continua
  • Interviste DocLuigi Perelli: Io, “La Piovra” e il cinema americano -   di Renato Venturelli. E’ conosciuto in tutto il mondo per la “Piovra” televisiva, il regista dei 17 milioni di spettatori per la morte del commissario Cattani, uno dei primi in Italia a cercare di fare tv coi modi del cinema spettacolare. Lo spezzino Luigi Perelli ha appena compiuto ottant’anni
    Continua
  • Autori NoirRoss MacDonald: il terzo privato gentiluomo -   di Giulio D’Amicone. Quando scomparve nel 1983, Ross Macdonald stava lavorando ad una sceneggiatura tratta dal suo romanzo Paura di vivere (The instant enemy, cioè “Il nemico immediato” o meglio “imminente”). Essendo appassionato di libri gialli fin dall’adolescenza, mi capitò tra le mani proprio questo romanzo quando avevo diciotto anni. La trama era intricatissima
    Continua
  • EventiI corti della FICE 2018 – Cortometraggi che passione - Arrivano anche quest’anno i “Corti della Fice”, giunti alla 19° edizione: otto cortometraggi scelti tra i migliori all’interno della produzione italiana dell’anno, e proposti nelle sale in serate-evento o abbinati a film di normale programmazione.
    Continua
  • Autori NoirJames Lee Burke - di Pasquale Pede. Resta inspiegabile che il cinema abbia prestato così scarsa attenzione a uno dei più significativi autori di crime degli ultimi decenni, James Lee Burke. Se si eccettua il trascurabile Omicidio a New Orleans (1996, P. Joanou) interpretato dal bolso Alec Baldwin, l’unico film degno di interesse tratto da un suo romanzo  resta L’occhio […]
    Continua
  • Festival26° Missing Film Festival: vince “Cuori puri” - È “Cuori puri” di Roberto De Paolis il vincitore della 26ma edizione del Missing Film Festival – Lo schermo perduto, un progetto speciale dei C.G.S., Cinecircoli Giovanili Socioculturali realizzato dal Club Amici del Cinema
    Continua
  • 35° Torino Film FestivalBrian De Palma al TFF: rassegna e libro - di Renato Venturelli. Dopo le retrospettive dedicate a Carpenter e Romero, Walter Hill e Landis, Milius e Friedkin, il TFF affronta nell’edizione 2017 quella che sotto molti aspetti è la figura più centrale nel cinema americano tra anni ’70 e ’80: Brian De Palma, finalmente prossimo all’uscita di un suo nuovo film (Domino)
    Continua
  • 35° Torino Film Festival“Un beau soleil interieur” di Claire Denis - di Renato Venturelli. Doveva essere parte di un film sui “Frammenti di un discorso amoroso” di Roland Barthes, ma sullo schermo “quella zona confusionale in cui il linguaggio è insieme troppo e troppo poco” diventa tante altre cose: soprattutto, diventa un film sul rapporto tra la regia di Claire Denis e la presenza sempre intensa […]
    Continua
  • 35° Torino Film FestivalTFF 2017 – “Don’t Forget Me” di Ram Nehari - di Juri Saitta. A vincere il concorso del 35° Torino Film Festival è “Don’t Forget Me” del regista esordiente israeliano Ram Nehari, lungometraggio che oltre al premio per il film ottiene anche quelli per il miglior attore e la migliore attrice, andati rispettivamente a Nitai Gvirtz e Moon Shavit.
    Continua
  • FestivalCairo International Film Festival 2017 – Storie di donne - di Massimo Lechi. A contraddistinguere il Cairo International Film Festival 2017 è stata senza dubbio la presenza, tanto sullo schermo quanto in carne e ossa, di forti personalità femminili. Eroine, demoni, miraggi, muse o sinuose fantasie erotiche, le donne sono apparse agli spettatori dell’Opera House
    Continua
  • 35° Torino Film FestivalTFF 2017 – “Morto Stalin, se ne fa un altro” di Armando Iannucci - di Juri Saitta. Sempre più raramente si vede sul grande schermo una commedia sociopolitica che sia dotata al tempo stesso di un brioso ritmo narrativo, di un cast perfettamente integrato e di una sceneggiatura solida nella struttura e pungente nelle battute. Uno dei pochi casi recenti è costituito sicuramente da “Morto Stalin, se ne fa […]
    Continua
  • 35° Torino Film FestivalTFF 2017 – “Payday” di Daryl Duke - di Renato Venturelli. La sezione americana del Torino Film Festival riserva sempre qualche magnifica sorpresa, andando a ripescare film dimenticati nella gigantesca miniera Usa anni ’70, al di fuori delle convenzioni più scontate e risapute del “new american cinema”. E quest’anno, accanto ai vari “Paris, Texas”, “Out of the Blue” o “Stroszek”, è saltato fuori […]
    Continua
  • 35° Torino Film FestivalTFF 2017 – “The Disaster Artist” di James Franco - di Juri Saitta. Quest’anno la sezione del Torino Film Festival dedicata al cinema di genere After Hours ha programmato anche un titolo che non appartiene propriamente a tale categoria: “The Disaster Artist” di James Franco, una commedia semi-biografica dallo stile e dalla narrazione assolutamente tradizionali e “mainstream”.
    Continua
  • Recensioni di Aldo Viganò“The Big Sick” di Michael Showalter - di Aldo Viganò. Scritto da Emily Gordon insieme con il marito Kumail Nanjini che del film è anche il protagonista, “The Big Sick” è una commedia che mescola le vissute esperienze autobiografiche di una coppia mista con i modelli narrativi cari al produttore Judd Apatow
    Continua
  • LUTTIAddio a Sandro Ambrogio, l’ultimo cinefilo puro - di Aldo Viganò. Se ne è andato l’8 settembre. In silenzio, dopo una lunga e dolorosa malattia di cui pochi erano a conoscenza. Aveva 75 anni e il suo rapporto con la propria morte è stato sino all’ultimo simile a quello di Thomas Mitchell nel finale di “Only Angels Have Wings”, quando con il collo […]
    Continua

I commenti sono chiusi.

RECENSIONI DOC

di Aldo Viganò

 
Birdman
"Birdman"
Alejandro G. Iñárritu
Maps of the stars
Maps of the stars
David Cronenberg
American Sniper di Clint Eastwood
American Sniper
Clint Eastwood

 
Leggi tutte le recensioni di Aldo Viganò