Cannes 2019 – 10 : Tarantino, Kechiche e gli altri: le pagelle del festival

di Renato Venturelli.

Grande annata quella di Cannes 72. Almeno quattro film di altissimo livello in concorso, tanti altri film importanti, solo un pugno di titoli poco significativi. E molte cose da citare anche nelle sezioni laterali. Tra quelle viste, almeno: “Liberté” di Albert Serra, “Tommaso” di Abel Ferrara, “First Love” di Takashi Miike, “Zombi Child” di Bertrand Bonello, “The Cop, The Gangster, The Devil” di Won-tae Lee, “Le Daim” di Quentin Dupieux, “Summer of  Chang Sa” di Zu Feng…

ONCE UPON A TIME… IN HOLLYWOOD di Quentin Tarantino  *****

THE WILD GOOSE LAKE di Diao Yinan  ****

MEKTOUB, MY LOVE – INTERMEZZO di Abdellatif Kechiche  ****

IL TRADITORE di Marco Bellocchio  ****

PARASITE di Bong Joon Ho   ***

ROUBAIX, UNE LUMIERE di Arnaud Desplechin  ***

SORRY WE MISSED YOU di Ken Loach   ***

LE JEUNE AHMED di Jean-Pierre e Luc Dardenne   ***

LES MISERABLES di Ladj Ly   ***

BACURAU di Kleber Mendonca Filho e Juliano Dornelles  ** 1/2

DOLOR Y GLORIA di Pedro Almodovar   ** 1/2

ATLANTIQUE di Mati Diop   **

THE DEAD DON’T DIE di Jim Jarmush  **

LITTLE JOE di Jessica Hausner   **

LA GOMERA di Corneliu Porumboiu   **

PORTRAIT DE LA JEUNE FILLE EN FEU di Céline Sciamma   * 1/2

FRANKIE di Ira Sachs   * 1/2

MATHIAS ET MAXIME di Xavier Dolan   * 1/2

SIBYL di Justine Triet   * 1/2

 

Postato in Festival di Cannes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *