Sezione: Recensioni di Aldo Viganò

Pagina 1 di 2112345...1020...Ultima »

“Cane mangia cane” di Paul Schrader

di Aldo Viganò.

Puntualmente, ogni nuova regia firmata da Paul Schrader è una sorpresa. In virtù della sua meritata fama di sceneggiatore (da “Yakuza” a “Taxi Driver”, da “Toro scatenato” ad “Al di là della vita”) ci si aspetta sempre da lui film molto scritti e dialogati, mentre poi – soprattutto negli ultimi tempi (basti pensare a “The Canyons”) – ci si trova davanti a opere quasi sperimentali

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Cane mangia cane” di Paul Schrader

“La civiltà perduta” di James Gray

di Aldo Viganò.

Mai fidarsi solo delle apparenze. Tratto pur liberamente dall’omonimo libro scritto nel 2005 da un giornalista del “The New Yorker”, partito come molti altri prima di lui alla ricerca dell’esploratore britannico Percy Harrison Fawcett (1867-1925?) scomparso con il figlio

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “La civiltà perduta” di James Gray

“Lady Macbeth” di William Oldroyd

di Aldo Viganò.

Dapprima fu il romanzo pubblicato nel 1866 dal russo Nikolaj Leskov, poi venne l’opera lirica del 1934 di Dimitrij Šostakovič e quindi fu la volta, nel 1962, del film di Andrej Wajda, particolarmente apprezzato dalla critica francese, ma ancora inedito in Italia.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Lady Macbeth” di William Oldroyd

“Sieranevada” di Cristi Puiu

di Aldo Viganò.

Quasi tre ore in compagnia di una famiglia della media borghesia romena, riunita per la commemorazione, quaranta  giorni dopo la sua morte, del padrone di casa.  Nello spazio claustrofobico del piccolo appartamento cittadino si ritrovano in tanti:

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Sieranevada” di Cristi Puiu

“Cuori puri” di Roberto De Paolis

di Aldo Viganò.

Un piccolo film ambientato nella periferia romana e messo in scena senza grandi risorse economiche, ma anche un film non privo di una sua personale grazia e soprattutto capace di evitare la tentazione di proporsi come una storia esemplare, come sovente accade al cinema italiano, che pare essere endemicamente malato di didascalismo.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Cuori puri” di Roberto De Paolis

“Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni

di Aldo Viganò.

“Scialla” nel 2011, “Noi 4” tre anni dopo e ora “Tutto quello che vuoi”. Giunto alla terza esperienza dietro la cinepresa, il cinquantacinquenne Francesco Bruni conferma la regola, già avvalorata nel passato da Mario Monicelli ed Ettore Scola, che uno sceneggiatore può imparare a fare anche il regista, mentre non c’è alcuna prova del processo inverso.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni

“Codice Unlocked” di Michael Apted

di Aldo Viganò.

Girato in Inghilterra negli ultimi mesi del 2014, ma distribuito solo ora in patria come nel resto del mondo (la “prima” assoluta è stata all’ultimo Festival di Bari), Codice Unlocked è uno di quei film nati sotto una cattiva stella probabilmente a causa di tensioni interne al sistema produttivo e destinati a invecchiare prima di nascere perché sia la realtà, sia il cinema, sono nel frattempo cresciuti molto più velocemente.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “Codice Unlocked” di Michael Apted

“La tenerezza” di Gianni Amelio

di Aldo Viganò.

Muovendosi sempre più a proprio agio tra letteratura e “cinefilia”, Gianni Amelio firma con La tenerezza un film intimo e molto personale, nel quale si possono leggere anche suggestioni quasi autobiografiche.

(altro…)

Sezione: Recensioni di Aldo Viganò | Commenti disabilitati su “La tenerezza” di Gianni Amelio


Pagina 1 di 2112345...1020...Ultima »